i professionisti delle merci pericolose a portata di click
a cura di Flashpoint
mercipericolose.it
il modo più sicuro per conoscere il mondo
delle merci pericolose

Condivisione dei dati e Joint Submission

La data “esatta” e legale a tutti gli effetti per la registrazione è quella di presentazione all’ECHA del dossier e NON la data di risposta dell’Agenzia. Questo vale sia per il Lead Registrant che i successivi registranti attraverso la Registrazione congiunta.

I Registranti delle sostanze phase-in già presenti sul mercato (quindi fabbricate e/o importate) possono continuare la loro attività anche DURANTE la fase di valutazione del dossier da parte dell’Agenzia anche nel caso in cui l’Agenzia stessa chieda di completare il dossier e/o correggere alcune sue parti a meno che NON venga espressamente indicato il blocco della produzione e/o importazione dall’ECHA.

La Commissione ed ECHA continuano però ad avere dei dubbi su come interpretare correttamente l’articolo 21 comma 3 e quindi se i Registranti successivi al Lead possono continuare a produrre e/o importare le sostanze tra il 1° dicembre 2010 ed il 28 febbraio 2011 nel caso in cui il LEAD Registrant presenti all’Agenzia il suo dossier dopo il 30 settembre 2010.

Le aziende che intendono registrare dovranno fare molta attenzione nel fornire all’Agenzia un dossier completo in quanto avranno a disposizione una sola possibilità di ri-invio e una sola data di scadenza per completare o correggere le informazioni in dossier. Sbagliare l’invio di qualsiasi informazione oltre alla data ultima posta dall’Agenzia per completare il dossier significa (sia che si tratti di completare una registrazione individuale che condivisa) che il Registrante non potrà più produrre e/o importare la sostanza. Inoltre, se il Registrante presenta l’integrazione (o modifica) al dossier dopo la data limite posta dall’ECHA, tale documento sarà considerato dall’Agenzia come una NUOVA Registrazione e quidi l’azienda dovrà pagare nuovamente la tassa di registrazione.

Questa interpretazione proposta dall’Agenzia ed ECHA è di estrema importanza tanto è verò che è stato chiesto a TUTTI gli Stati membri ed alle associazioni di categoria di presentare quanto prima proprie considerazioni in merito.

L’argomento è molto delicato in quanto:

1. per una semplice questione di tempi le aziende potrebbero vedersi costrette a bloccare la produzione e le importazioni con conseguenze economiche (e di immagine dell’azienda) di grandissima entità;

2. i ritardi dei LEAD registrants potrebbero portare gravi conseguenze per tutte le aziende che dovrebbero portare a termine la registrazione congiunta.


Dott. Gianluca Stocco
i professionisti delle merci pericolose a portata di click
a cura di Flashpoint

Il presente sito utilizza i "cookie" per migliorare la navigazione e analizzare il traffico. + Info