i professionisti delle merci pericolose a portata di click
a cura di Flashpoint
mercipericolose.it
il modo più sicuro per conoscere il mondo
delle merci pericolose
Parecchie aziende stanno ricevendo nelle ultime settimane un invito da parte dell'ECHA a partecipare ad un sondaggio riguardante il REACH (http://cses.co.uk/reach_survey). L'indagine, condotta dal Centro per la strategia e i servizi di valutazione (CSES), è stata commissionata dalla Direzione Generale Imprese e Industria della Commissione Europea. Obiettivo: condurre uno studio per valutare l'impatto della regolamentazione REACH sia sulla operatività nei singoli mercati che sulla competitività dell'industria chimica europea. Questo studio contribuirà, tra l'altro, alla prossima revisione del regolamento REACH da parte della Commissione europea; questa nasce per rispondere agli obblighi di relazione e di revisione previsti dal Regolamento stesso (rispettivamente dagli artt. 117 e 138).
I pareri richiesti vertono su una serie piuttosto ampia di questioni chiave relative all'attuazione del regolamento e si riferiscono, ad esempio, agli aspetti legati a costi, oneri amministrativi e altre ripercussioni su competitività e innovazione. A completamento del sondaggio sarà resa pubblica una sintesi dei risultati dell'indagine, accompagnata da una relazione dello studio.

Il sondaggio è rivolto a tutte le figure coinvolte dal REACH, ossia a:

  • fabbricanti/importatori di sostanze chimiche
  • fabbricanti/importatori di articoli
  • formulatori di miscele
  • utilizzatori a valle di sostanza chimiche (per uso professionale o industriale)
  • distributori di sostanze chimiche
  • only representative

che a secondo del differente ruolo che ricoprono in ambito REACH troveranno una serie di domande personalizzate.

E' particolarmente importante per le aziende la partecipazione al sondaggio che dovrebbe essere completato, secondo quanto indicato, dal responsabile REACH, oppure, in alternativa, da una figura appartenente alla direzione aziendale o dal responsabile del reparto Ricerca e Sviluppo (R&S).

L'ECHA sottolinea il fatto che tutte le informazioni fornite durante la compilazione sono strettamente confidenziali e saranno quindi trattate di conseguenza come tali. I risultati presentati alla Commissione europea e alle autorità competenti nazionali saranno resi anonimi e accorpati, ove necessario, per impedire l'identificazione delle singole aziende.

La data ultima per la compilazione è fissata al 6 agosto 2011.

 

Dott. Gianluca Stocco

i professionisti delle merci pericolose a portata di click
a cura di Flashpoint

Il presente sito utilizza i "cookie" per migliorare la navigazione e analizzare il traffico. + Info