i professionisti delle merci pericolose a portata di click
a cura di Flashpoint
mercipericolose.it
il modo più sicuro per conoscere il mondo
delle merci pericolose

Quando è necessario il barrato rosa (DTT 306)?

Come noto nei paesi della Comunità Europea, a partire dal 1-1-1997, la direttiva 94/55/CE è diventata cogente; quindi dalla su citata data, l’ADR è diventata norma anche nazionale, oltre che Internazionale.

Ciò comporta l’obbligo del rispetto di tutte le disposizioni in essa contenute, quindi anche della sottosezione 9.1.3 che così recita:

9.1.3 Certificato di approvazione
9.1.3.1 La conformità dei veicoli EX/II, EX/III, FL, OX ed AT con le disposizioni della presente parte deve essere attestata da un certificato di approvazione (certificato di approvazione ADR) rilasciato dall'autorità competente del paese di immatricolazione per ogni veicolo la cui ispezione tecnica ha dato esito positivo, o che è stato oggetto del rilascio di una dichiarazione di conformità alle disposizioni del capitolo 9.2 secondo il 9.1.2.1.


Come noto la classificazione EXII, EXIII, FL, OX e AT è necessaria per i seguenti tipi di veicoli :
  1. Trattori per semirimorchi quando trainano semirimorchi cisterna o semirimorchi per trasporto esplosivi o veicoli batteria o semirimorchi portacontainers nelle condizioni di cui a punto 4
  2. Veicoli batteria
  3. Veicoli per trasporto esplosivi
  4. Veicoli portacontainers quando sopra di essi è caricato un container cisterna o una cassa mobile cisterna o una cisterna smontabile o un GCEM o un container per trasporto esplosivi

Quindi per tutti i veicoli da 1 a 4 suddetti (se sono stati immatricolati dopo l’ 1/01/1997, ovvero dopo l’entrata in vigore dell’ADR come norma nazionale) è necessario INDEROGABILMENTE il rilascio del barrato rosa.

Per quanto attiene i veicoli già in circolazione alla suddetta data dell’ 1/01/1997, si possono distinguere una serie di casi tipici:
a) il veicolo è conforme alle disposizioni ADR in vigore al momento della sua immatricolazione ovvero :
- risulta dalla c.c. la classifica EXII e/o EXIII e/o AT e/o FL e/o OX
- risulta dal libretto MC 813 pagina 33 che la cisterna è idonea ai trasporti internazionali
- oppure risulta dal libretto MC 452 pagina 2 che la cisterna è costruita in base alle norme ADR
- la cisterna è codificata secondo capitolo 4.3 ADR (l’obbligatorietà scatta il 31/12/2008 : prima di questa data, l’autorizzazione ai trasporti delle materie pericolose può consistere di un elenco nominativo delle merci stesse, completato con numero ONU, classe e gruppo di imballaggio)

E’ INDISPENSABILE richiedere il rilascio del barrato rosa

b) il veicolo è parzialmente conforme alle disposizioni ADR nel senso che
- non risulta la classifica EXII e/o EXIII e/o AT e/o FL e/o OX, ma l’immatricolazione è antecedente al 1-6-1993
- risulta dal libretto MC 813 pagina 33 che la cisterna è idonea ai trasporti internazionali
- oppure risulta dal libretto MC 452 pagina 2 che la cisterna è costruita in base alle norme ADR
- la cisterna è codificata secondo capitolo 4.3 ADR (l’obbligatorietà scatta il 31/12/2008 : prima di questa data, l’autorizzazione ai trasporti delle materie pericolose può consistere di un elenco nominativo delle merci stesse, completato con numero ONU, classi e gruppo di imballaggio)

E’ INDISPENSABILE richiedere il rilascio del barrato rosa, che dovrà contenere, nelle osservazioni, una frase del seguente tenore: “il presente certificato, da rinnovarsi annualmente, non può avere validità oltre il 31/12/2009 secondo quanto specificato alle note “b,d,c,g” sottosezione 9.2.1 ADR”

Si fa notare che, entro il 31/12/2009, il veicolo deve essere adeguato con ABS e rallentatore (se veicolo a motore), oppure il veicolo deve essere sostituito

c) il veicolo è parzialmente conforme alle disposizioni ADR nel senso che

- risulta la classifica EXII e/o EXIII e/o AT e/o FL e/o OX
- risulta dal libretto MC 813 pagina 33 che la cisterna NON è idonea ai trasporti internazionali
- oppure risulta dal libretto MC 452 pagina 2 che la cisterna NON è costruita in base alle norme ADR

Il barrato rosa NON può essere rilasciato

d) il veicolo è parzialmente conforme alle disposizioni ADR nel senso che

- non risulta la classifica EXII e/o EXIII e/o AT e/o FL e/o OX, ma l’immatricolazione è compresa tra il 1-6-1993 e il 1/1/1997
- risulta dal libretto MC 813 pagina 33 che la cisterna è idonea ai trasporti internazionali
- risulta dal libretto MC 452 pagina 2 che la cisterna è costruita in base alle norme ADR
- la cisterna è codificata secondo capitolo 4.3 ADR (l’obbligatorietà scatta il 31/12/2008 : prima di questa data, l’autorizzazione ai trasporti delle materie pericolose può consistere di un elenco nominativo delle merci stesse, completato con numero ONU, classi e gruppo di imballaggio)

Il barrato rosa NON può essere rilasciato

e) il veicolo è completamente difforme dalle disposizioni ADR nel senso che
- non risulta la classifica EXII e/o EXIII e/o AT e/o FL e/o OX
- risulta dal libretto MC 813 pagina 33 che la cisterna NON è idonea ai trasporti internazionali
- oppure risulta dal libretto MC 452 pagina 2 che la cisterna NON è costruita in base alle norme ADR

Il barrato rosa NON può essere rilasciato


Nota: per le cisterne di tutte le classi (esclusa la 2) costruite dopo la pubblicazione del DM 24/11/06 e per le cisterne di classe 2 costruite dopo il 01/07/2007, i libretti MC 813 e MC 452 sono stati sostituiti dalle certificazioni secondo EN 12972



COSA FARE QUANDO E’ POSSIBILE RILASCIARE IL BARRATO ROSA

Come visto ai punti a) e b), quando è possibile rilasciare il barrato rosa, questo DEVE essere presente a bordo del veicolo, secondo quanto espressamente specificato nelle seguenti normative :
- punto a) della circolare 572 MOT2E del 21/2/2005
- art. 3 comma 1 del DM 19/09/2005
- art. 9 del DM 24/11/2006 (da applicarsi ai veicoli immatricolati dopo il Dicembre 2006, per i quali, sulla c.c. DEVE essere annotata anche la frase «La circolazione e' subordinata al possesso del certificato di approvazione modello DTT306»” )

COSA FARE QUANDO NON E’ POSSIBILE RILASCIARE IL BARRATO ROSA

Nei casi c) d) ed e), quando non è possibile rilasciare il barrato rosa, il veicolo deve circolare con il libretto di circolazione + MC 813 oppure MC 452 in ordine con i controlli; quanto sopra in applicazione al comma 2 dell’art. 3 del DM 19/09/2005 che a sua volta si riferisce (allo stato attuale) alla circolare 572 MOT2E del 27/2/2005.

Per meglio spiegare quanto asserito (vista la delicatezza e l’importanza della questione) il DM 19/09/2005 afferma che “ I veicoli ammessi, dalla vigente normativa al trasporto di merci pericolose in esclusivo ambito nazionale e per i quali non è possibile il rilascio del certificato di cui al comma 1, devono essere forniti di una idoneità alla circolazione nazionale secondo le disposizioni del Dipartimento per i trasporti terrestri "
Le su citate disposizioni del Dipartimento per i trasporti terrestri attualmente in vigore sono quelle della circolare 572, ovvero “b) Veicoli cisterna ammessi al trasporto di merci pericolose non in base alla normativa ADR.: I veicoli cisterna di cui al punto b), sono corredati dal libretto MC 813 a dal libretto modello MC 452 e non anche dal modello DTT 306, fatti salvi gli altri documenti previsti dalla norma”.
Conseguentemente la circolazione di merci pericolose con veicoli cisterna in regime nazionale si intende soddisfatta in presenza del solo libretto modello MC 813 o MC 452

ANNOTAZIONI

I veicoli che si trovano nelle condizioni c) ed e) ovvero i veicoli la cui cisterna non è conforme alla norma ADR in vigore al momento della costruzione e non risponde quindi alle disposizioni transitorie del capitolo 1.6, possono continuare a circolare SOLO su territorio nazionale fino al 25° anno di anzianità, in applicazione alla circ. 96/92 e 80/93 del Ministero dei Trasporti.
Oltre tale data, le cisterne DEVONO essere dismesse.
La verifica che queste cisterne siano conformi alla normativa ADR vigente all’epoca della costruzione può essere effettuata in qualsiasi momento a cura di :
- per le cisterne di tutte le classi : costruttore (che, qualora sussistano i requisiti, ne attesta la rispondenza) con successiva visita ispettiva da parte dell’Ufficio Provinciale MCTC (circc.96/92 e 80/93)
- per la sola casse 2 (gas) : organismo notificato T-PED

ALLEGATO : STRALCI DELLE NORME DI RIFERIMENTO

AES
Il presidente AMANTIA CLAUDIO
i professionisti delle merci pericolose a portata di click
a cura di Flashpoint

Il presente sito utilizza i "cookie" per migliorare la navigazione e analizzare il traffico. + Info