i professionisti delle merci pericolose a portata di click
a cura di Flashpoint
mercipericolose.it
il modo più sicuro per conoscere il mondo
delle merci pericolose

PILLOLE DI REACH - n° 10

Redazionale sul nuovo Regolamento sulle sostanze chimiche a cura di Gabriele Scibilia (Flashpoint S.r.l.)


SOSTANZE CHIMICHE

QUALE MERCATO NELL’UNIONE EUROPEA DOPO IL 1° GIUGNO 2008?


Dopo il 1° giugno 2008 (primo giorno utile per registrare una sostanza ai sensi di REACH) quale sarà il mercato comunitario delle sostanze chimiche per tutti i soggetti coinvolti nella catena di approvvigionamento?

I cultori della “Reachmanzia” (nuova arte di predire il futuro mercato) affermano già oggi pubblicamente di conoscere gli effetti o i non effetti del regolamento:


…… il REACH è una grande bolla di sapone…… fra qualche anno verrà abrogato……


oppure


……ti fai preparare il dossier da un tossicologo e poi registri la sostanza… i costi li ricarichi sui clienti così come faranno tutti i fabbricanti e gli importatori……


Mi fermo qui!

Le “comode” previsioni servono solo a ridurre il regolamento da oceano in divenire a laghetto stagnante e continuare a vivere il regolamento con “ignoranza consapevole”.

Tuttavia il nuovo mercato post 1° giugno 2008 sarà composto da migliaia di scenari commerciali differenti, uno per ogni sostanza, che determineranno:

  • fisiologici aumenti di prezzo delle sostanze a fronte dei costi dei test e delle tasse,
  • speculazioni sui costi di alcune materie prime (in pratica è possibile che si verifichi un secondo “effetto euro” sulle sostanze chiave per certe produzioni industriali),
  • business nuovi (p.es. rappresentante esclusivo per l’UE),
  • alleanze fra società in consorzi nazionali o internazionali,
  • ritiro dal mercato di sostanze estremamente preoccupanti (così pericolose da essere soggette all’autorizzazione),
  • condivisione dei costi fra le società che registreranno la stessa sostanza, ecc.

L’intreccio IMPREVEDIBILE delle conseguenze degli scenari suddetti produrrà il NUOVO MERCATO UE delle sostanze chimiche.

Ma, a questo punto, due domande sorgono spontanee:

  1. Nel paniere ISTAT come si terrà conto dell’impatto di REACH sui beni al consumo contenenti sostanze chimiche?
  2. Quando verrà realizzato un ANTITRUST REACH per impedire che le imprese, singolarmente o congiuntamente, pregiudichino la regolare competizione economica?

Ai posteri l'ardua sentenza!

i professionisti delle merci pericolose a portata di click
a cura di Flashpoint

Il presente sito utilizza i "cookie" per migliorare la navigazione e analizzare il traffico. + Info