i professionisti delle merci pericolose a portata di click
a cura di Flashpoint
mercipericolose.it
il modo più sicuro per conoscere il mondo
delle merci pericolose


Sette sostanze prioritarie nella Candidate List


È iniziato a tutti gli effetti l’iter per passare dalla candidate list all’allegato XIV del REACH (e cioè all’elenco delle sostanze che saranno soggette all’Autorizzazione a partire dal 1° giugno 2011).

L’Agenzia ha però individuato tra le 15 sostanze della candidate list un gruppo ristretto di 7 sostanze PRIORITARIE sulle quali si dovrà lavora per arrivare alla loro inclusione in allegato XIV.

Di seguito l’elenco di queste sette sostanze.

  • 5-tert-butyl-2,4,6-trinitro-m-xylene (musk xylene)
  • Alkanes,C10-13,chloro (short chain chlorinated paraffins; SCCPs)
  • Hexabromocyclododecane (HBCDD) and all major diastereoisomers identified
  • 4,4’-Diamino diphenyl methane (MDA)
  • Bis (2-ethylhexyl) phthalate (DEHP)
  • Benzyl butyl phthalate (BBP) and
  • Dibutyl phthalate (DBP)

Si osserva a tal proposito che tutti e tre gli ftalati presenti nella Candidate List sono stati inseriti nell’elenco prioritario. Sarà quindi opportuno che il settore delle materie plastiche faccia molta attenzione (in quanto venivano largamente utilizzati) soprattutto se i prodotti sono d’importazione.

Questo elenco è stato definito dall’ECHA sulla base di tutte le informazioni disponibili che ha a disposizione.

Dal 14 gennaio e fino al 14 aprile 2009 è attiva la consultazione pubblica via Web. In questo modo chiunque (aziende, associazioni di categoria, ecc.) potranno esprimere i propri commenti/osservazioni in merito a queste sostanze ed ai motivi per cui sono state proposte per entrare in allegato XIV.

ECHA ha proposto nella Raccomandazione le seguenti condizioni operative.
  1. L’autorizzazione si dovrà applicare tra il 24° ed il 30° mese  dopo l’inclusione della sostanza nell’allegato XIV.
  2. la sostanza NON potrà più essere utilizzata dopo 42 – 48 mesi dall’inserimento in allegato XIV.

ECHA ha inoltre proposto di iserire ANCHE le esenzioni di utilizzo definite dalla Direttiva 67/548/CEE per queste sostanze.

L’individuazione di queste sostanze prioritarie è stata fatta sulla base di TRE criteri definiti all’interno del REACH stesso e che sono:
  1. le proprietà intrinseche della sostanza;
  2. le modalità di utilizzo;
  3. i volumi sogetti ad autorizzazione.
Sulla base delle osservazioni che verranno inviate ad ECHA, l’Agenzia potrà modificare / aggiustare anche la propria Raccomandazione su queste sostanze.

Per accedere alla consultazione pubblica, entrare in questo indirizzo:

http://echa.europa.eu/consultations/authorisation/draft_recommendations_en.asp




Dott. Gianluca Stocco
i professionisti delle merci pericolose a portata di click
a cura di Flashpoint

Il presente sito utilizza i "cookie" per migliorare la navigazione e analizzare il traffico. + Info