i professionisti delle merci pericolose a portata di click
a cura di Flashpoint
mercipericolose.it
il modo più sicuro per conoscere il mondo
delle merci pericolose

LogoAsset1

(Decreto Legislativo n. 205/2010, atto di recepimento della Direttiva 98/2008/Ce)

In rifiuto cessa di essere tale, quando è stato sottoposto a un’operazione di recupero, incluso il riciclaggio e la preparazione per il riutilizzo, e soddisfi i criteri specifici, da adottare nel rispetto delle seguenti condizioni:

  • la sostanza o l’oggetto è comunemente utilizzato per scopi specifici;
  • esiste un mercato o una domanda per tale sostanza od oggetto;
  • la sostanza o l’oggetto soddisfa i requisiti tecnici per gli scopi specifici e rispetta la normativa e gli standard esistenti applicabili ai prodotti;
  • l’utilizzo della sostanza o dell’oggetto non porterà a impatti complessivi negativi sull’ambiente o sulla salute umana.

Sono le cosiddette MPS, già note alla legislazione comunitaria e nazionale, ovvero quelle sostanze o materiali che rappresentano il risultato finale di un’operazione di recupero o riciclaggio e che come previsto dal comma 5 dell’art 184 ter sono soggette non alla disciplina dei rifiuti ma quella di merci e prodotti.

Per le MPS, così come per i sottoprodotti, si prevede l’adozione di criteri specifici, per tipologia e per processo di destinazione affinchè sostanze e materiali cessino di essere considerati rifiuti e diventino materie prime seconde.

Un primo esempio è il regolamento recante "criteri che determinano quando alcuni tipi di rottami metallici cessano di essere considerati rifiuti", pubblicato sulla G.U.U.E. il giorno 8/04/2011.


Dott. Giacomo Fossati
ASSET Srl

i professionisti delle merci pericolose a portata di click
a cura di Flashpoint

Il presente sito utilizza i "cookie" per migliorare la navigazione e analizzare il traffico. + Info