i professionisti delle merci pericolose a portata di click
a cura di Flashpoint
mercipericolose.it
il modo più sicuro per conoscere il mondo
delle merci pericolose

Il Ministero della Transizione Ecologica (MITE), con Decreto Direttoriale n. 47 del 09/08/2021, ha approvato le Linee Guida sulla classificazione dei rifiuti di cui alla Delibera n. 105 del Consiglio del Sistema Nazionale per la Protezione dell‘Ambiente (SNPA) del 18/05/2021, in attuazione dell'art. 184, c. 5, del D.Lgs. 03/04/2006, n. 152.


Il decreto in parola approva le Linee Guida sulla classificazione dei rifiuti con l’aggiunta di un paragrafo (3.5.9) dedicato ai rifiuti prodotti dal trattamento meccanico/meccanico-biologico dei rifiuti urbani indifferenziati.


MINISTERO DELLA TRANSIZIONE ECOLOGICA
Comunicato relativo al Decreto 9 agosto 2021, recante l'approvazione delle linee guida sulla classificazione dei rifiuti (GU Serie Generale n.200 del 21-08-2021)

 

Articolo 1
1. Si approvano le Linee guida sulla classificazione dei rifiuti di cui alla delibera del Consiglio del Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente del 18 maggio 2021, n. 105, così come integrate dal sotto-paragrafo denominato “3.5.9 - Rifiuti prodotti dal trattamento meccanico/meccanico-biologico dei rifiuti urbani indifferenziati”, da introdurre al Capitolo 3 delle stesse, che, allegate al presente provvedimento, ne costituiscono parte integrante e sostanziale.

 

Linee Guida sulla classificazione rifiuti

 

SNPA aveva già emanato nel novembre 2019 le proprie Linee Guida, che tuttavia non avevano valenza di norma: ora, approvate con il Decreto n. 47 del 09/08/2021, dovranno essere usate dal produttore per la corretta attribuzione dei codici EER e delle caratteristiche di pericolo dei rifiuti.

 

Le Linee Guida:

  • individuano i principali riferimenti normativi e le linee guida tecniche di settore;
  • illustrano un approccio metodologico basato su schemi procedurali per fasi, utile ai fini dell’individuazione del codice e per la valutazione della pericolosità;
  • forniscono la versione commentata dell’elenco europeo dei rifiuti (EER);
  • riportano esempi di classificazione di specifiche tipologie di rifiuti ed individua criteri metodologici di valutazione delle singole caratteristiche di pericolo e degli inquinanti organici persistenti (POP).

Da evidenziare la diversa interpretazione tra le Linee Guida SNPA e gli “Orientamenti tecnici sulla classificazione dei rifiuti” dell’Unione Europea, pubblicati sulla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea il 09/04/2014, nella classificazione dei rifiuti di IMBALLAGGI (Capitolo 15 01) e METALLI (Capitolo 17 04 - da rifiuti dalle attività di costruzione e demolizione, compreso il terreno prelevato da siti contaminati).


15 rifiuti di imballaggio; assorbenti, stracci, materiali filtranti e indumenti protettivi (non specificati altrimenti)
15 01 imballaggi (compresi i rifiuti urbani di imballaggio oggetto di raccolta differenziata)

 

Per le Linee Guida SNPA:

  • non pericolosi assoluti i codici EER da 150101 a 150109 (ANH);
  • pericoloso assoluto il codice EER 150110 (AH).

 

Per  gli Orientamenti tecnici sulla classificazione dei rifiuti della UE:

  • non pericolosi a specchio i codici EER da 150101 a 150109 (MNH);
  • pericoloso a specchio il codice EER 150110 (MH).

 

Analogamente, per i METALLI del Capitolo 1704, abbiamo la seguente situazione.

 

17 rifiuti dalle attività di costruzione e demolizione (compreso il terreno prelevato da siti contaminati)
17 04 metalli (incluse le loro leghe)

 

Per le Linee Guida SNPA:

  • non pericolosi assoluti i codici EER da 170401 a 170407 (ANH);
  • pericoloso assoluto il codice EER 170409 (AH).

 

Per  gli Orientamenti tecnici sulla classificazione dei rifiuti della UE:

  • non pericolosi a specchio i codici EER da 170401 a 170407 (MNH);
  • pericoloso a specchio il codice EER 170409 (MH).

 

Quesito aperto:
che succede se facciamo riferimento, anziché alle Linee Guida di SNPA, agli Orientamenti della Commissione Europea come nel resto dell’Europa, dato che le Linee Guida sono state ratificate con un Decreto Direttoriale del MITE, ma non dal Ministro?

 

 

Dott. Alessandro Ricci - Presidente EPTAS

logo EPTAS  

 

i professionisti delle merci pericolose a portata di click
a cura di Flashpoint

Informiamo che è stata modificata la nostra privacy policy a seguito dell'entrata in vigore del Reg. UE 679/2016 (GDPR), la preghiamo di prenderne visione al link http://www.flashpointsrl.com/disclaimer . Il presente sito utilizza i "cookie" per migliorare la navigazione e analizzare il traffico. + Info